Curare la pelle del viso in estate: come cambia la skincare

Curare la pelle del viso in estate

L’estate si avvicina rapidamente e mai come quest’anno non vediamo l’ora di poterci esporre al sole, abbronzarci, trascorrere lunghe giornate all’aria aperta. Ma la nostra pelle, che molto ha sofferto dopo i mesi invernali a causa di freddo, vento, aria domestica secca e poco umidificata, dieta poco sana e altri fattori, ha bisogno di essere rigenerata e rinnovata prima di potersi esporre ai raggi solari traendone il massimo del beneficio. E’, quindi, il momento di pensare ad una nuova beauty routine, più improntata sul rinnovamento cellulare, sulla pulizia, allo scopo di rigenerare la cute e renderla maggiormente ricettiva a tutti i benefici che deriveranno dal sole e dall’aria aperta. Per avere una pelle dall’aspetto sano, fresco, radioso, è importante cambiare anche i cosmetici che utilizziamo abitualmente: e in inverno abbiamo preferito texture più ricche, ad alto contenuto lipidico e molto nutrienti, è il momento di passare a creme più idratanti e con una delicata azione rinnovatrice, a sieri leggeri, senza dimenticare il fondamentale apporto che ci viene fornito dall’alimentazione e dallo stile di vita. Ecco, quindi alcuni consigli pratici su come cambiare la nostra skincare in questo periodo e come curare la pelle del viso in estate.

Esfoliare la pelle

L’aria fredda e secca dell’inverno ha lasciato la pelle screpolata e squamosa. Sarebbe utile porre rimedio a questo problema rapidamente prima di arrivare a dover indossare abiti estivi e leggeri che lascerebbero scoperta questa pelle così disidratata. L’esfoliazione ci aiuterà a liberarci della vecchia pelle secca, rivelando uno strato nuovo e fresco sotto le cellule morte. L’esfoliante non solo rimuove lo sporco e le cellule morte ma aiuta anche a mantenere la pelle luminosa e sana.

Occhio alle scottature, però: l’esfoliazione mette in primo piano la pelle pi giovane e fresca, quindi maggiormente vulnerabile alle scottature solari.

L’ideale è esfoliare la pelle una volta a settimana, senza esagerare per non rendere la pelle davvero indifesa all’aggressione dei raggi ultravioletti e per non irritarla.

Le strategie top per la cura della pelle in primavera

Proteggere con la protezione solare, al chiuso o all’aperto

Non dobbiamo mai sottovalutare i danni che i raggi UV e l’eccessiva luce solare possono arrecare alla pelle. E’ importante applicare quotidianamente una crema solare di alta qualità ad ampio spettro con un SPF di 30 o superiore e riapplicarla ogni due ore. L’utilizzo regolare di una buona crema protettiva non solo previene le scottature e gli eritemi, nonché i danni causati dai raggi UV, che possono favorire la comparsa di macchie e aumentare il rischio di tumore alla pelle, ma pu anche aiutarci a prevenire la comparsa di nuove rughe che sono favorite proprio dall’azione dei raggi UV.

Sostituire la tua crema idratante invernale con una a base d’acqua

Poiché la pelle trattiene più acqua durante i mesi più caldi, è giunto il momento di passare a una crema idratante più leggera. Ancor meglio se consideriamo un prodotto a base d’acqua e di acido ialuronico che ci aiuterà ad evitare di saturare eccessivamente la pelle e di ostruire i pori.

Cambiare lo struccante

Le stesse regole valgono per lo struccante: cambiamo il latte detergente o gli unguenti più cremosi con uno più leggero, come l’acqua micellare, che rinfresca nei mesi calci e rimuove bene anche le tracce di sudore.

Idratarsi e mangiare sano

Bere una quantità adeguata di acqua durante il giorno aiuterà a mantenere la pelle radiosa e luminosa. Nell’alimentazione non dimentichiamo di inserire cibi ricchi di sostanze antiossidanti come frutti di bosco, spinaci, noci, cioccolato fondente, tè verde.

Infine sarebbe utile rivolgersi ad un medico estetico competente che sappia fare una valutazione dello stato di salute della nostra pelle e proporre trattamenti e procedure adeguate alle singole esigenze, consigliandoci le opzioni più adatte per per rinfrescare e illuminare la pelle.

Fonti

Image by Pera Detlic from Pixabay