Lifting viso, come funziona e quali sono i costi

Lifting viso

Il lifting viso è un intervento di chirurgia estetica mirato a migliorare in modo visibile l’aspetto del viso, intervenendo sulla qualità e la consistenza della pelle, eliminando i segni del processo di invecchiamento come rughe, anomalie, rilassamenti cutanei, il classico “collo a tacchino”.

C’è da specificare che il lifting va considerato come un intervento chirurgico riparatorio, quindi non può (e non deve!) cambiare l’aspetto del viso di una persona ma soltanto porre un freno al naturale processo di invecchiamento.

Lifting viso

Come avviene il lifting viso

  • Fase 1. Anestesia: in linea di massima il chirurgo opta per un’anestesia generale tramite farmaci iniettati per endovena.
  • Fase 2. L’incisione: il chirurgo praticherà delle incisioni in base al tipo di lifting che andrà eseguito. Un lifting viso tradizionale prevede un’incisione che parte dall’attaccatura dei capelli alle tempie, prosegue intorno all’orecchio e si chiude all’altezza del cuoio capelluto inferiore.
  • Fase 3. Chiusura delle incisioni: i punti che verranno apposti potranno cadere da soli dopo qualche giorno oppure andranno rimossi dal chirurgo. A processo di guarigione completato le cicatrici saranno invisibili perché andranno a trovarsi nell’attaccatura dei capelli e nei contorni naturali del viso e dell’orecchio.

Lifting viso, costi

Il costo di un lifting viso può variare da circa 2000 euro per un lifting temporale fino a superare i 5000 euro per un lifting totale.

I fattori che concorrono a formare il prezzo sono:

  • esperienza e professionalità del chirurgo
  • anestesista
  • clinica ed eventuale ricovero
  • farmaci
  • visite post operatorie
  • esami preoperatori

E’ estremamente importante, per il lifting come per qualsiasi altro intervento di chirurgia estetica, rivolgersi a strutture accreditate e certificate, a medici chirurghi specializzati in chirurgia plastica che sappiano infondere fiducia e garantire il massimo della professionalità. Solo un chirurgo competente sarà in grado di ascoltare le domande e le aspettative dei pazienti, intervenire in modo accurato e garantire un lifting viso con un risultato naturale e non artefatto.

Lifting viso, tempi di guarigione

Il percorso post operatorio del lifting viso prevede la collocazione di un bendaggio intorno al viso per contenere il più possibile gonfiore e lividi, in qualche caso potrebbe essere necessario un drenaggio per far defluire sangue e fluidi.

Dopo un lifting è comune sperimentare:

  • Dolore da lieve a moderato
  • Gonfiore
  • Lividi
  • Intorpidimento

E’ importante contattare immediatamente il medico nei seguenti casi:

  • Grave dolore su un lato del viso o del collo entro 24 ore dall’intervento
  • Mancanza di respiro
  • Dolore al petto

La maggior parte dei pazienti può riprendere una vita sociale e lavorativa dopo un paio di settimane anche se ci vorranno due o tre mesi per sentir tornare alla normalità la consistenza, la sensibilità e la “tenuta” della pelle del volto.

Ricordarsi di applicare una crema solare ad alto fattore protettivo ogni giorno e seguire uno stile di vita sano e corretto.

lifting viso risultati

Lifting viso prima e dopo

Quali sono i risultati della chirurgia estetica viso prima e dopo? Il risultato definitivo dell’intervento sarà visibile solo dopo che saranno rientrati completamente gonfiori ed ecchimosi, e potranno volerci alcune settimane, se non mesi. Nel complesso il viso apparirà più fresco, rilassato, giovane e nella maggior parte dei casi il risultato è estremamente soddisfacente.

Leggi anche: Fasi del recupero lifting viso

Lifting viso, rischi

Come ogni altro intervento chirurgico anche il lifting comporta una certa percentuale di rischio di complicanze che può essere ridotta innanzitutto affidandosi ad un chirurgo plastico specializzato e dando un consenso informato all’intervento, che può essere dato solo dopo aver sciolto ogni dubbio e aver discusso le proprie aspettative con il chirurgo plastico.

I rischi, comunque non comuni, del lifting sono:

  • reazioni all’anestesia;
  • emorragia;
  • infezione;
  • lesione del nervo facciale;
  • accumulo di liquidi;
  • intorpidimento e perdita di sensibilità della pelle;
  • cicatrici troppo visibili o ampie;
  • irregolarità e scolorimento della pelle;
  • trombosi venosa profonda;
  • complicazioni cardiache e polmonari;
  • risultato insoddisfacente a causa di asimmetria, cicatrice troppo visibile, deformazioni.

Lifting viso non chirurgico

radiofrequenza

Un numero crescente di donne richiedono un lifting viso senza bisturi, meno invasivo perché non richiede anestesia e promette un risultato comunque visibile e naturale. Queste innovative procedure prevedono l’impiego di laser o radiofrequenza per intervenire su piccole zone del viso, come contorno occhi per eliminare le odioso zampe di gallina, rughe nella zona delle labbra, fronte, palpebre e pieghe del collo o mento rilassato.

Come agiscono questi macchinari? Stimolano i fibroblasti, stimolano la produzione di collagene elastina, tonificano i tessuti, in linea generale, dunque, attivano una serie di meccanismi biochimici della pelle.

Oltre a questi macchinari anche altre procedure di medicina estetica possono offrire interessanti risultati, soprattutto sulla pelle under 50: dermoabrasione, peeling, PRP (iniezioni di plasma).

Lifting della paura pranzo

Se ne sente spesso parlare, ma in cosa consiste davvero queta procedura che promette immediati miglioramenti e nessun tempo di inattività? Si tratta di una sorta di Soft Lifting che viene effettuato mediante procedure non chirurgiche, come ad esempio il lifting con fili di trazione, che possono restituire al viso un aspetto più giovane e fresco, eliminando rughe e segni del tempo, con una seduta di breve durata al termine della quale si può riprendere la propria quotidianità tranquillamente.

Bibliografia e fonti